Skip to main content

Il nostro Team

Presidente

Antonio Caridi

Ha rivestito diversi incarichi per gestione, sviluppo e riorganizzazione aziendale sia in Italia che all'estero.
Elasticità e flessibilità nelle relazioni, visione delle decisioni aziendali sotto il profilo strategico e non solo economico, motivatore nel lavoro sia di squadra che individuale, intraprendenza nella costruzione di nuove relazioni o ricerca di partner per lo sviluppo dei progetti a 360°.
Coordinamento e supervisione del lavoro sempre nell'ottica di problem solving e di orientamento al risultato.
Responsabile Tecnico

Diego Pullano

Da oltre 10 anni attivo nel mercato della Cannabis in California, Diego è specializzato nell’ambito dell’estrazione di cannabis in scala industriale, può seguire ogni step del processo, dalla selezione della materia prima, fino alla massimizzazione dei processi di estrazione e livello industriale e allo sviluppo di nuovi macchinari.
Co-fondatore e CFO di Greenleaf Processors Inc, società leader nel mercato dell’estrazione in California, Diego porta insieme a Greenleaf Processors tutto il suo know-how in esclusiva in Europa a CANAX, dalla progettazione del laboratorio allo sviluppo in scala industriale di produzione.
Responsabile B2B

Riccardo Andriano

In oltre venti anni di esperienza in ambito sales & marketing, ho sviluppato competenze approfondite e variegate nell’ ambito della proposizione commerciale e dello sviluppo dei mercati sia in Italia che all’estero. Ha lavorato per aziende tra loro molto diversificate in termini di cultura, complessità organizzativa e mercato di riferimento. Ha studiato Economia e Commercio presso l’Università Luigi Bocconi di Milano dove ha conseguito diversi master di vendita. Ha frequentato inoltre corsi su tematiche quali vendite e competenze manageriali.Si ritiene essere una risorsa affidabile e resiliente con un alto grado di problem solving e pensiero laterale.
Biotech Manager

Marco Micera

Come disse anni fa Albert Einstein “Non ho particolari talenti, sono soltanto appassionatamente curioso”, la curiosità è sempre stata fondamentale e centrale all’interno del mio percorso professionale, quasi come la figura dogmatica del monolite nero di 2001 Odissea nello Spazio di Kubrik. Questa dote è sempre stata al centro del mio pensiero (oltre alla passione per citazioni e filmografia) e mi ha spinto nel corso degli anni a studiare e comprendere il mondo che ci circonda sempre più nel dettaglio, cominciando con il diploma Scientifico e proseguendo prima con la laurea triennale in Biologia e poi con quella magistrale in Scienze dell’Alimentazione e della Salute Umana (il cibo è sempre stata un’altra grande mia passione, forse più importante di Einstein e Kubrik). Al percorso di formazione, a partire dal 2018, si unisce anche quello lavorativo attraverso l’attivazione di un corso di dottorato in apprendistato in Scienze Farmaceutiche e Biomolecolari con la partecipazione di Exenia group e dell’Università degli studi di Torino.
Durante questi 3 anni e mezzo, ho imparato moltissimo e ho sempre cercato di coniugare le abilità sviluppate in azienda, con quelle approfondite in università, due mondi diversi, ma entrambi da conoscere e comprendere al fine di sviluppare un pensiero critico e manageriale. All’interno dell’universo Exenia mi sono occupato in un primo momento dell’ambito estrattivo, affinando la gestione del processo e comprendendo tutte le fasi operative vere che lo caratterizzano, come la gestione delle variabili, le operazioni di carico e scarico macchina e il monitoraggio dell’estrazione. Ho avuto la possibilità di lavorare con enti pubblici e privati, così come di partecipare anche a progetti nazionali e internazionali. In un secondo momento mi sono specializzato e ho sviluppato sensibilità e abilità nella gestione delle colture algali, in particolare a livello di diverse specie monocellulari verdi. In questo caso la sfida si complica, in quanto il sistema di riferimento diventa biologico e il numero delle variabili in gioco aumenta vertiginosamente. In ogni caso mi sono specializzato nella gestione della luce, dei terreni di coltura, del pH, della temperatura e dello stato di salute della coltura, parametri da controllare ogni 24h e da rimodulare per ogni specie algale esaminata. Molto formative ed interessanti le esperienze congressuali AlgaEurope 2019 e 2020, due edizioni di uno degli eventi internazionali tra i più importanti al mondo su questo tema.
In ambiente universitario ho avuto la fortuna di lavorare presso diversi dipartimenti, in particolare quelli di Fisiologia Vegetale, Fisiologia Cardiovascolare e Biologia Farmaceutica presso l’Università degli studi di Torino e, per un periodi di tre mesi, nel dipartimento di Biochimica Farmaceutica dell’Universidad Mayor de San Andres di La Paz. In queste sedi ho perfezionato le mie conoscenze tecniche riguardanti diversi metodi analitici come HPLC, TLC, GC e cromatografia preparativa, ma soprattutto ho imparato a lavorare in sterilità, testando estratti vegetali direttamente su cellule endoteliali in cappa a flusso laminare completamente in BSL-2 (Biosafety Level 2). Accanto a tutto questo vi sono anche tutti i corsi di formazione svolti in questi 3 anni di dottorato che spaziano su diversi argomenti, soprattutto facenti parte della sfera biologia/farmacia, compreso il macrotema microbiota, punto focale della ricerca contemporanea mondiale.
Infine tengo a precisare che, a livello di obiettivi operativi raggiunti, quello più importante sia stata la capacità di lavorare in team. Ho sempre creduto fermamente in questa modalità lavorativa e nel corso di questi anni mi sono confrontato giorno dopo giorno con colleghi, professori, tecnici o semplicemente lavoratori in italiano, inglese e spagnolo e spero di affinare sempre di più le mie abilità in questo ambito. Proprio per questo motivo i miei obiettivi futuri sono legati a una crescita personale con al centro la ricerca e sviluppo, fino ad arrivare alla gestione di un team affiatato e desideroso di conoscere e sperimentare, in una sola parola curioso, proprio come me.
Chief Executive Officer

Fabrizio Faion

Laureato in Economia e gestione aziendale all’Università Cattolica di Milano nel 2006, dopo oltre 10 anni nel settore immobiliare dove è stato anche co-fondatore e CEO della start-up Rentopolis fino al 2017, dal 2018 Fabrizio è partner operativo e strategico di Evolution Bnk, società specializzata nella coltivazione di cannabis sativa in ambiente controllato GMP e GACP.
Per lui “Il segreto del successo di una squadra vincente è la giusta alchimia tra talento e programmazione, allocando le persone nel posto dove possono esprimere al meglio le loro potenzialità”
Responsabile Ricerca & Sviluppo

Alfonso Botto

E' uno dei massimi esperti a livello nazionale e internazionale di estrazione di principi attivi vegetali tramite la tecnologia di CO2 supercritica, dal 1995 Presidente CDA, fondatore e attualmente direttore tecnico di Exenia Group S.R.L. che svolge attività di ricerca e sviluppo tecnologico in ambito alimentare, nutraceutico e farmaceutico. Nel 2005 costituisce insieme ad altri Separeco Srl (Pinerolo, Torino), società che produce impianti avanzati tecnologicamente per i settori interessati dall’attività di Exenia Group Srl.
Product Manager

Riccardo Destefano

Sono un esploratore, un cercatore di strade nuove.
Cerco sempre modi nuovi per affrontare le sfide e sopra ogni cosa amo trovare soluzioni a problemi complessi.Le difficoltà rafforzano il mio senso di urgenza per il raggiungimento dell’obiettivo. Il coraggio, la flessibilità e la gentilezza dominano la mia metodologia operativa.
All’interno del team mi occupo di pianificare e seguire gli aspetti tecnici delle fasi produttive di ogni estratto. Insieme al team dell’ufficio tecnico accompagno la produzione delle ricerche per l'estrazione di oli e oli essenziali da materie prime sempre nuove. Lo studio della chimica industriale mi ha garantito una conoscenza approfondita della chimica di numerose commodities insieme alla conoscenza delle principali tecniche di analisi. Il lavoro in Exenia, mi ha permesso di conoscere diverse materie prime vegetali non comuni, mi ha dato l'opportunità di imparare come ottenere il meglio da ogni materiale ponendo al centro la costante ricerca di tecniche nuove per ottimizzare il nostro processo d’estrazione.
Valuto e seleziono le migliori procedure per proteggere le molecole d’interesse o migliorare la resa durante l'estrazione.
La passione per la scoperta delle innumerevoli potenzialità celate nei vegetali mi ha donato un solido background su molte piante meravigliose e sulla tecnologia di estrazione mediante CO2 supercritica. Tra i vegetali nobili con cui ho avuto la fortuna di lavorareci sono: la resina di Cammiphora myrrha, i rizomi di Iris pallida,la Garcinia mangostano, la G. cambogia, la Myrciaria dubia, i chicchi di caffè freschi, i semi e le bucce di pomodoro, le nocciole,l’amaranto e molti altri.
La mia mansione principale è seguire e gestire la produzione: dal management del magazzino, dalla preparazione delle materie prime alla cura per la post produzione degli estratti. Mi occupo di redigere le schede di produzione relative a ogni lotto prodotto e di mantenerne lo storico in modo che sia facilmente consultabile per eventuali necessità. Insieme all’ufficio tecnico e alla direzione redigo le relazioni finali per i clienti relative ai progetti di ricerca e gli studi di fattibilità. In ultimo mi occupo della gestione della manutenzione dei macchinari produttivi controllando il rispetto della programmazione degli interventi manutentivi e agisco in caso di necessità.
L’ obiettivo per il futuro è quello di arricchire il mio bagaglio di conoscenze partendo dallo studio del management nell’ambito produttivo e della ricerca per poter imparare a gestire efficacemente la sempre crescente complessità. Vorrei migliorare le mie doti comunicative per poter trasmettere in modo chiaro ed essere sempre compreso. Inoltre il mio traguardo più importante, anche per dare continuità al percorso che ho iniziato all’università , è poter seguire un master per diventare Regulatory Affairs Specialist un ruolo che credo sia imprescindibile in azienda dove la gestione di tutti i prodotti chimici e quindi degli estratti concentrati è fondamentale. In questo ruolo porterei un'ottima capacità di interfacciarmi con le persone che insieme alle conoscenze chimiche e normative porrebbero un importante baluardo al successo dell’azienda.
Vicepresidente

Carlo Negri Facchinello

Formatosi all’Università degli Studi di Pavia, con una laurea in Economia Aziendale e un Master in International Finance presso il Collegio Borromeo di Pavia, è un economista e investment banker italiano.
In qualità economista indipendente, su suggerimento del Prof. Tommaso Padoa-Schioppa, ha elaborato il modello dei «Superdistretti Finanziari», esposto in importanti Università internazionali e presso primari istituti bancari italiani e stranieri ed ora in corso di realizzazione.
Operation Manager

Silvia Lamonica

Proveniente dal mondo della certificazione con focus sul settore governativo, in particolare ai Product Conformity Assessment Program presenti in Africa e Middle East. Ha lavorato per big player del settore come SGS Italia Spa e TUV Rheinland Italia srl. Ha tenuto seminari presso AICE, Camere di Commercio e webinar. Dall’esperienza poliedrica in diversi settori crede fortemente che “Qualunque cosa tu possa fare o sognare di poter fare, incominciala! Il coraggio ha in sé genio, potere e magia” Goethe
Quality Manager

Chiara Cavagnero

Per anni ci si interroga e si viene interrogati su cosa si voglia fare da grandi, le risposte sono le più disparate fino al giorno in cui si capisce la propria strada. Io ho capito che volevo fare il chimico al quarto anno di liceo quando incontrai Jóna, la mia insegnate di efnafræði (così si dice chimica in islandese).
Quell’anno infatti ero un exchange student presso Fjölbrautaskólinn við Ármúla in Reykjavik (Islanda), e nonostante avessi sempre il dizionario sottobraccio, la chimica continuava a piacermi ed ero brava; ho capito che quella sarebbe stata la mia strada, neanche la barriera linguistica era riuscita a fermarmi.
Finito il liceo mi sono iscritta a chimica, ho conseguito prima la laurea triennale in chimica e tecnologie chimiche e poi quella magistrale in chimica industriale. Dopo alcuni tirocini e borse di ricerca anche presso Exenia group, nel 2019 ho intrapreso il percorso di dottorato, al fine di conseguire il titolo di PhD con un percorso che abbina la formazione universitaria alla realtà aziendale. Infatti, la formazione è garantita dall’università degli studi di Torino ma la ricerca è condotta presso il laboratorio di ricerca e sviluppo di Exenia Group. Questa dualità del progetto di dottorato, offerta dalla regione Piemonte, mi permette di arricchire il mio bagaglio di chimico e allo stesso tempo confrontarmi con la realtà industriale.
Il mio progetto di ricerca ha lo scopo di ottimizzare i processi estrattivi mediate CO2 supercritica da materiali di scarto della filiera alimentare. Insomma, in Exenia abbiamo l’ambizioso progetto di dare valore a quello che per gli altri sarebbe un rifiuto da smaltire. Inoltre, presso il gruppo Canax ricopro il ruolo di responsabile del sistema qualità ISO 9001; mi occupo anche dello sviluppo di metodiche analitiche per monitorare il contenuto in molecole di interesse negli estratti.
Grazie al percorso di dottorato e alla continua formazione che l’azienda promuove ho potuto frequentare corsi appositi per specializzarmi nelle mansioni che ricopro. Oltre all’affiancamento con un consulente specifico per i sistemi di gestione qualità ISO 9001, ho avuto l’opportunità di frequentare il corso per responsabili del sistema di gestione qualità promosso dal Tüv Italia, col quale vorrei proseguire la mia formazione per poter diventare auditor. Ovviamente anche la chimica resta un punto fermo nella mia carriera professionale, l’università mi propone attraverso il dottorato la possibilità di specializzarmi in tecniche analitiche diverse, e allo stesso tempo focalizzarmi sull’analisi HPLC delle sostanze organiche, che richiede molto studio e conoscenze approfondite per poterla padroneggiare al meglio. Mi auspico di poter continuare la mia formazione anche in questa direzione. Nell’ultimo anno inoltre ho avuto l’opportunità di avvicinarmi al mondo dell’analisi multivariata, questo approccio permette di studiare le interazioni tra variabili all’interno di un sistema complesso, quindi permette di sviluppare una visione completa del sistema studiato. Per questo motivo mi piacerebbe poter approfondire le mie conoscenze in chemiometria, in modo da padroneggiare meglio questa tecnica per poterla applicare a livello industriale e riuscire a trarre il meglio dalle ricerche che conduciamo presso Exenia group.